Calcio, Milan-Tottenham: l’intervista di Antonio Conte

Alla vigilia della partita tra Milan ed il Tottenham, valida per gli ottavi di finale della Champions, Antonio Conte, l’allenatore del Tottenham coglie l’occasione di parlare nell’intervista della pre partita. L’allenatore infatti, torna dopo la sua convalescenza ed è pronto ad assistere alla sfida contro il Milan. Su https://www.1winbet.info/ tutti gli utenti, all’accesso nella   piattaforma che in modalità live, rende molto più entusiasmante la voglia di seguire tutte le competizioni sportive, subito possono usufruire dei bonus e delle vantaggiose promozioni offerte.

La voglia di vincere

La voglia di vincere c’è, sia da parte di Antonio Conte che ovviamente anche Stefano Pioli. Intanto, dopo aver ascoltato i rossoneri, l’allenatore della squadra inglese in conferenza stampa parla della sua mancanza a causa di un’operazione e rassicura i suoi tifosi che nella sfida contro il Milan non mancherà. Qui, nell’intervista pre-partita dunque, il tecnico Antonio Conte, dichiara: ” Volevo informare tutti che sto meglio anche se il medico, mi aveva raccomandato di non tornare per il momento in campo, ma io sento il dovere di stare vicino alla mia squadra. Sicuramente durante la partita non posso fare più di tanto, ma l’importante è la mia presenza!” – sottolinea Antonio Conte. In seguito, per la partita di domani, il tecnico commenta: ” Affrontare un Milan che l’ anno scorso ha vinto la Serie A, non credo sia molto facile, ma ci impegneremo a fare una grande sfida”. Per creare un ambiente piacevole nella tua casa, tra i design, c’è la lampada diffusore, accogliente, profumato e soprattutto salutare, che per saperne di più puoi andare a cliccare qui. 

L’operazione e la convalescenza

Antonio Conte, si presenta sceso di peso dopo l’operazione alla cistifellea, ma l’allenatore della squadra del Tottenham sembra stare meglio. In un primo momento, Antonio Conte probabilmente ha sottovalutato un po ‘ l’operazione dopo tre settimane di convalescenza, ma alla fine ha anche avuto del tempo per riprendersi al meglio almeno per questa partita contro il Milan . Inoltre il tecnico ancora continua il suo discorso spiegando: ” Durante gli allenamenti ho visto che ho tanta energia e così ho deciso di trasmetterla ai miei calciatori in modo da giocare bene questa partita con il Milan”. Poi Antonio Conte parla di quando il Tottenham ha vinto allo stadio di San Siro la quale terminata 1-0 dove lui era in panchina, commentando: ” Per me la squadra campione d’Italia è molto forte e fare delle sfide così importanti vuol dire che si gioca ad alti livelli. L’ anno scorso giocavamo in Conference League, mentre oggi in Champions, abbiamo vinto il nostro girone e nello stesso tempo anche perso all’andata, ma non escludo che si possa sconfiggere il Milan!”.

Siamo pronti

Sempre nell’intervista, l’allenatore del Tottenham ancora spiega: ” Per vincere abbiamo bisogno anche de nostri tifosi, perchè comunque loro molto spesso ci danno quella spinta che ci aiuta a superare le difficoltà è, sicuramente a tutti piacerebbe   vincere la Champions, ma noi dobbiamo pensare di affrontare una partita alla volta, dunque è più che normale tutta questa pressione, lo stress e quant’altro! Se potevo sarei tornato prima, subito dopo la sfida contro lo Sheffield, ma i medici mi avevano consigliato di stare a casa qualche altro giorno. Anche i calciatori del Tottenham tra cui Son , che nell’intervista è con lui, dichiara: ” Siamo contenti che il mister sia tra noi di nuovo,lui è uno che porta sempre l’energia positiva alla sua squadra! Sicuramente non c’è dubbio che lo staff abbia fatto un buon lavoro, ma con lui in panchina è molto meglio, la sua presenza ci da sempre quella carica incredibile“.

Una stagione di successo

Infatti, la voglia di vincere contro i rossoneri è tanta e Antonio Conte conclude la sua intervista con queste parole:  ” Per me sarà una stagione piena di successi e per una squadra come quella nostra questo obiettivo dovrebbe essere preso di mira ogni anno, l’Inghilterra è il paese difficile ma comunque noi siamo pronti e preparati. Adesso contro il Milan ci aspettiamo di portare a termine una partita con la vittoria e continuare ad avanti a giocare lottando nel modo più competitivo!”- conclude nell’intervista l’allenatore del Tottenham.

Calcio, Juventus: I nomi dei calciatori che potrebbero sostituire Adrien Rabiot

Per il giocatore della Juventus Adrien Rabiot ci potrebbero essere cambiamenti con la possibilità che lasci il club a parametro zero. Nonostante ci siano delle proposte d’ingaggio a doppia cifra in arrivo dalla Premier League, la società bianconera non esita a lanciare un occhio in più sul mercato. Per questi aggiornamenti, puoi andare su Rabona Scommesse, accedere e seguire tutte le news delle competizioni sportive che più ti interessano, dove troverai anche tutte le offerte dei bookmakers.

Adrien Rabiot dice addio alla Juventus?

Per il calciatore francese, c’è un grande corteggiamento da parte di altri club che sono pronti ad acquistarlo e la società della Juventus. potrebbe aumentare i bonus sullo stipendio di Adrien Rabiot Così la Juventus, adesso tiene gli occhi ben aperti e sembra che già abbia adocchiato alcuni giocatori che potrebbero sostituirlo in caso dell’addio. Tuttavia anche lo scorso anno, la Juventus si mise in movimento per l’acquisto di Milinkovic Savic, che invece si è concluso con Paul Pogba. Ovviamente per adesso nulla è ancora certo ma per pararsi da eventuali sorprese, la società si butta all’osservazione di altri calciatori che potrebbero fare al loro caso. Tra il periodo negativo che sta attraversando il club, fatto di processi, penalizzazioni, indagini e quant’altro, la situazione economica sicuramente non è delle migliori e dunque si va alla ricerca di qualcuno che non abbia costi elevati. Cosa sono i dehors per bar e ristoranti? Per scoprirlo clicca qui e leggi l’articolo, può esserti utile se hai un’attività di ristorazione o di bar per poi avere dei consigli di innovazione.

I nomi presi di mira dalla Juventus

Se si vuol arrivare di nuovo pensando a Milinkovic Savic, la Juventus sa bene che il suo contratto termina questa estate, ma il presidente Claudio Lotito sembra che a meno di 60 milioni di euro non lo ceda. La società bianconera economicamente non sta messa bene e dunque l’ingaggio per il calciatore serbo sarebbe una follia, quindi bisogna trattare su cifre e condizioni minori rispetto a quella del serbo. Un altro nome che il club mira è quello di Davide Frattesi il quale ha un ingaggio di circa 30-35 milioni di euro, che in questa stagione veste da capitano e dimostra la sua eccellente crescita. Inoltre, non si esclude nemmeno il nome del danese Morten Hjulmand che attualmente gioca nella squadra del Lecce ma a parte la Juventus, qui c’è lo zampino di tanti altri club inglesi che puntano il centrocampista che ha un prezzo di cartellino dai 20 ai 25 milioni di euro.

Gli altri nomi

Ma la Juventus dunque non si ferma qui, intanto si valuta anche Joan Gonzales , anche giocare con il Lecce non è un asso, ma nel tempo potrebbe diventare un buon calciatore di alto livello. Infatti se ci fosse la cessione di Morten Hjulmand, Joan Gonzales  dovrebbe a quel punto diventare titolare, ma per adesso, la squadra del Lecce non ha intenzione di fare cambiamenti se prima non ottiene quella salvezza che cerca in Serie A. Un altro nome che è nella lista del club bianconero è quello del calciatore è l’olandese Teun Koopmeiners , ma sembra che attualmente non ci siano intenzioni di lasciare l’Atalanta. Essendo un giocatore di Serie A, Teun Koopmeiners potrebbe essere un’alternativa per il reparto mediano, inoltre il ragazzo riesce a fare gol posizionandosi da dietro. Per l’olandese, l’ingaggio parte dai 30 milioni di euro, perchè è un calciatore che ha esperienza, qualità, abilità e soprattutto già conosciuto dunque anche molto richiesto da altri club.

Conclusione

Tutto quello che abbiamo scritto in questo articolo, ovviamente sono delle opzioni al calciatore francese Adrien Rabiot se in caso dovesse dire addio alla sua Juventus. Tuttavia il francese tempo fa aveva annunciato il suo pensiero per avere un suo cambiamento futuro, ma al momento non ci sono delle certezze. Così, nell’occasione abbiamo anche scoperto che la Juventus è alla ricerca di nuovi volti che tuttavia non hanno nulla a che fare con i fatti, quindi niente si conclude ma uno sguardo in più non guasta giusto per evitare delle sorprese inaspettate.

I dieci migliori televisori per vedere le partite di calcio: prezzo, caratteristiche e funzioni principali.

Se sei un appassionato di calcio o di altri sport (si possono seguire anche su 22bet accedi), la scelta del televisore giusto può fare la differenza nell’esperienza di visione. Con una vasta gamma di opzioni sul mercato, è essenziale conoscere le caratteristiche e le funzioni chiave per garantire un’esperienza di visione coinvolgente e di alta qualità. Qui troverai una selezione dei dieci migliori televisori per vedere le partite di calcio e altri sport, tenendo conto del prezzo, delle caratteristiche e delle funzioni principali.

Qualità dell’immagine e fluidità di movimento

Uno dei fattori più importanti nella scelta di un televisore per gli appassionati di sport è la qualità dell’immagine e la fluidità di movimento. Opta per televisori con tecnologie avanzate come risoluzione 4K, HDR e refresh rate elevato per immagini nitide e dettagliate durante le azioni veloci sul campo. Modelli con tecnologia OLED o QLED offrono neri profondi e colori vivaci, mentre la tecnologia di riduzione del motion blur assicura una riproduzione fluida delle scene d’azione senza sfocature o ritardi.

Connessioni e funzionalità smart

Per un’esperienza di visione completa, scegli televisori con connessioni HDMI multiple per collegare facilmente console di gioco, lettori Blu-ray e dispositivi di streaming. Le funzionalità smart come Wi-Fi integrato e applicazioni preinstallate consentono di accedere facilmente a servizi di streaming come Netflix, Disney+ e Amazon Prime Video per guardare le partite in diretta e i contenuti on-demand. Inoltre, la compatibilità con assistants virtuali come Alexa o Google Assistant permette un controllo vocale intuitivo e pratico del televisore e dei dispositivi collegati.

Audio coinvolgente e design elegante

Per un’esperienza audio coinvolgente durante le partite di calcio e gli eventi sportivi, cerca televisori con sistema audio potente e immersivo. Modelli con altoparlanti integrati potenziati da tecnologie come Dolby Atmos o DTS:X offrono un suono avvolgente e realistico che ti fa sentire al centro dell’azione. Considera anche il design del televisore, optando per modelli con cornici sottili e supporti stabili per una visione senza distrazioni e un’estetica elegante che si integra perfettamente nel tuo ambiente domestico.

In conclusione, la scelta del televisore giusto per vedere le partite di calcio e altri sport dipende dalle tue preferenze personali, dal budget e dalle esigenze di visione. Con una vasta gamma di opzioni disponibili, assicurati di valutare attentamente le caratteristiche e le funzionalità di ciascun modello per trovare quello che meglio si adatta alle tue esigenze. Con un televisore di alta qualità, potrai goderti ogni momento dell’azione sul campo con immagini nitide, audio coinvolgente e un’esperienza di visione senza pari.

Acquisti di televisori e altri elettrodomestici nel web, cosa fare attenzione e come puntare sulla qualità vera

Nel nostro sito parliamo molto di acquisti online, ecco alcuni consigli che vi possiamo fornire.
Quando si tratta di acquistare televisori e altri elettrodomestici online, è importante fare attenzione e puntare sulla qualità autentica. Prima di effettuare l’acquisto, assicurati di leggere attentamente le recensioni dei prodotti da parte di altri acquirenti per valutare l’affidabilità del marchio e la soddisfazione del cliente. Inoltre, controlla le specifiche tecniche del prodotto per assicurarti che soddisfi le tue esigenze e preferenze.

Opta per rivenditori online affidabili e rinomati che offrono garanzie di qualità e politiche di reso flessibili, in modo da poter restituire il prodotto in caso di problemi o insoddisfazione. Ricorda sempre di prestare attenzione alle offerte troppo allettanti o ai prezzi sospettosamente bassi, poiché potrebbero indicare la presenza di prodotti contraffatti o di bassa qualità. Investire in elettrodomestici di qualità autentica è fondamentale per garantire prestazioni affidabili e durature nel tempo, offrendo un ottimo rapporto qualità-prezzo e una soddisfazione a lungo termine.

Calcio, Milan: contratto rinnovato per Olivier Giroud ?

L’attaccante francese del Milan, è in attesa del rinnovo del suo contratto. Manca poco per essere firmato, mentre Olivier Giroud ha l’orgoglio di appartenere alla squadra del Diavolo, mentre Stefano Pioli è contento di avere un attaccante di valore. Nel sito di Powbet, tutti gli utenti hanno diritto di usufruire delle offerte dei nuovi bookmakers sui pronostici, le quote e le migliori statistiche sulle competizioni sportive, inoltre nella piattaforma si possono trovare vantaggi promozionali e altri bonus.

Le parole di Olivier Giroud

Il calciatore del Milan, Olivier Giroud, in occasione di un’intervista esprime qualche parola sulla sua squadra e ne commenta così: “ Sono stato sempre innamorato del Milan fin da bambino e adesso sono molto felice ed orgoglioso di quello che sto facendo in questa squadra. Sicuramente voglio fare molto di più in futuro!”- spiega il calciatore francese. In seguito l’attaccante ancora afferma:  “ C’è stato un periodo dove siamo rimasti tutti delusi per quello che stavamo attraversando dopo il mese di Gennaio, avevamo bisogno più che altro di rialzarci e lo abbiamo fatto nella partita contro le squadre del Torino, Tottenham e Monza. Certo che comunque non siamo stati perfetti ma quelle sono state tre partite piuttosto importanti  compresa quella contro l’Atalanta“. Se non si conosce lo stile di arredamento scandinavo, puoi avere tutte le info in questo link, dove scoprirai  i segreti per un design ad hoc.

Un brutto periodo

Infatti il Milan se andiamo a vedere, appena riparte il nuovo anno, ha attraversato un periodo buio dove Olivier Giroud inoltre racconta: “ Nella partita contro la Roma, sono stato sostituito a qualche minuto dalla fine della gara, credevo di aver fatto bene, potevamo ancora vincere lo scudetto, ma dopo quella sfida c’ è stata una svolta. Riguardando quelle immagini inoltre mi ha fatto molto male specialmente nel momento in cui abbiamo preso i gol!”. Sempre nell’intervista l’attaccante francese racconta anche della sconfitta più brutta e del trofeo perso, dove spiega: ” La sconfitta in Supercoppa è stata più deludente, perché è un trofeo perso poco prima della finale del Mondiale. Ci siamo trovati in difficoltà è è soprattutto a pressare ed essere compatti, insomma eravamo molto timorosi e si notava!”

Su Charles De Ketelaere

In seguito, Olivier Giroud parla anche del giocatore belga Charles De Ketelaere dove dichiara: “ Inoltre, come stiamo passando questi momenti no, cerco di dare il mio sostegno al mio compagno. Charles De Ketelaere adesso ha bisogno di un gol per cambiare, proprio come è successo nella partita contro il Torino. Lui aveva segnato nella sfida contro la Sampdoria ma purtroppo il gol era stato annullato per un mio fuorigioco, quindi   mi auguro che possa segnare al Tottenham nella città di Londra. Comunque dobbiamo sempre essere tutti uniti, perchè l’obiettivo è quello di vincere. Adesso dovrei rinnovare il mio contratto, io spero di continuare a giocare nella mia squadra, ne stiamo parlando e aspetto le novità!”- sottolinea l’attaccante francese. Poi Olivier Giroud dice qualcosa anche riguardo al suo passato dove afferma: “ Ricordo di quel gol che ho segnato nella gara contro lo Spezia, sicuramente è stata una bellissima emozione perché per noi era importante dover vincere quella partita, al pareggio di 1-1 quando sono entrato ho subito segnato”.

Ritrovare quella qualità

Prima di terminare l’intervista, il calciatore del Milan,  Olivier Giroud, conclude dicendo: ” Adesso voglio ritrovare questa qualità che è molto importante e utile per la nostra squadra, ma soprattutto forse ne ha bisogno. Le mie acrobazie? Partono tutte d’istinto anche se a dire il vero è frutto del lavoro sugli allenamenti. Mi piace molto, poi, comunque, io sono flessibile e adoro fare le rovesciate, che da noi si pronuncia “la volée”. Tuttavia sono uno che ha studiato con Van Basten, Papin e Sheva, che tra l’altro era il mio giocatore preferito, il quale alla fine è diventato un mio caro amico. Inoltre con lui sono riuscito a  festeggiare la mia centesima presenza in nazionale contro la squadra dell’Ucraina quando lui ne era già l’allenatore”- conclude Olivier Giroud. Per ora l’attaccante francese del Milan è in attesa del rinnovo del contratto che sicuramente verrà rinnovato, ma d questo ne parleremo nei prossimi giorni per sapere com’è andata a finire per Olivier Giroud ed il suo continuo nella squadra del Diavolo.

 

Gasperini non parla, Marino è arrabbiato: “Szczesny è rosso, ci è stato assegnato un rigore”

 

Il tecnico nerazzurro tace, in sua vece è intervenuto il direttore generale, polemizzando con lo studio di Dazion e parlando degli errori clamorosi che aveva subito.

Dopo la partita, Gian Piero Gasperini non si è presentato davanti al microfono dei media ed al suo posto è intervenuto il direttore generale Umberto Marino. Era arrabbiato: “L’intervento di Szczesny era per i Reds.

E anche l’ho sbaglio di De Ligt era un rigore. Era fallo di mano. Rivediamo questi episodi. Frost allo studio di Dazn, seguito da un breve litigio con l’ex game director Luca Marelli (“fortunatamente non è più un arbitro”), le cui opinioni differivano da quelle dell’allenatore dell’Atalanta. Il mondo si è globalizzato non esistono più distinzioni, nel mondo delle scommesse i casino stranieri che accettano italiani sono diventati tantissimi.

Concorrenza

Ambrosini parlerà poi di districarsi dalla bagarre per presunta cattiva condotta arbitrale, con Marino che analizza l’1-1 contro la Juve: “Quanto alla prestazione, per noi è stata una grande partita. Giusto lo spirito c’è sempre stato, solo un po’ di fortuna con poche puntate mancanti e un grande merito a chi è entrato, che ha dimostrato di poter essere alla pari di una Juventus che ha avuto una serie di risultati positivi.

Crediamo fermamente che in lui sia stato un enorme investimento finanziario fatto, crediamo che possa dare un grande contributo. Muriel fatica a trovare spazio e chi ci conosce giocherà in un certo modo”. Gioca anche tu nel mondo web, divertiti a creare e provare nuove esperienze.

Una storia infinita

Marino in opposizione all’arbitro del momento, lui che ha diretto la partita Atalanta Juventus il capo generale nerazzurro Umberto Marino ha evidenziato le opposizioni già dette in campo dagli sportivi ai ricevitori di Dazn, giungendo ad uno combattimento verbale l’ex arbitro Luca Marelli presente in studio:

“Per fatalità – ha iniziato MarinoMarelli non arbitra più. La nostra situazione è chiara: il fallo di Szczesny era da rosso e de Ligt sfiora col il braccio in zona, perciò doveva esserci un bellissimo rigore per noi”. La verifica del gruppo, in ogni caso, ha appagato la società: “Purtroppo la fortuna che, solitamente si può avere in questa occasione ci ha abbondonati, perché il alcune circostanze della vita, un poco di fortuna non fa male….in certe occasioni – confessa il dirigente nerazzurro – ma abbiamo giocato alla pari con la Juventus la quale giungeva da una lunghissima sequenza di esiti utili.

Boga ci ha sostenuto a realizzare prevalenza di numero, cosa che ci è fallita recentemente. Abbiamo costruito un maturo investimento: crediamo in lui, poiché può ridare un gigante tributo, come gli altri attaccanti. Per Muriel è un po’ più arduo poiché le avversarie ci conoscono ed hanno capito a proteggere in maniera diversa contro di noi”. Per la lotta Champions tutto è tuttora spalancato: “Le rivali per il quarto posto sono molte e il campionato è a tutto oggi è lunghissimo.

 

Calcio: Il Napoli brinda fino al 2026 Giuseppe Ambrosino, il 18enne tanto richiesto 

La squadra del Napoli, da come pare, ha accelerato abbastanza velocemente i tempi per far firmare il contratto fino al 2026 all’attaccante 18enne Giuseppe Ambrosino. Sulle novità del calciatore bomba Giuseppe Ambrosino e in quanto alla squadra del Napoli, si può cliccare su https://www.bet2u.info/  II giovane calciatore ha avuto molte richieste in effetti, addirittura dalla Spagna, Belgio e anche dalla Svizzera, quindi la squadra del Napoli non volendo farsi sfuggire l’occasione, non ha perso tempo per la firma fno al 2026. Anche se però, in questi ultimi anni, il Napoli ha sempre fatto affidamento ad Insigne, perchè allo stesso modo è riuscito a raggiungere quasi il mitico Maradona poichè arrivato in classifica al terzo posto tra i migliori marcatori. Ma dato le cose sono cambiate, nello stesso tempo si arriva ora a festeggiare su di una doppietta che ha permesso alla squadra appunto il meglio della Spal. Giuseppe Ambrosino, d’altronde sa come giocare bene  quelle partite per di più piuttosto delicate. Infatti il giovane, nel mese di Settembre 2021, ha dimostrato il meglio di sè, nella formazione di Nicolò Frustalupi  quando è riuscito a battere la Juve a Vinovo.

Giuseppe Ambrosino

L’attaccante Giuseppe Ambrosino classe 2003, con i suoi 18 anni già risulta essere un ottimo centravanti. Per chi cerca un riparo con la tecnologa sull’energia fotovoltaica, per un’idea eco-sostenibile, si può avere la bellezza di abbandonare il gas e avere tutto con la elettricità. D’altronde un sistema innovativo ed una informazione alquanto preziosa che si può trovare qui.  Il ragazzo, è nato a Procida e si è formato pan piano lì. Adesso, ovviamente con la sua bravura, ha attirato molte attenzioni con diverse richieste, infatti, Giuseppe Ambrosino, con 14 presenze è riuscito a fare 8 goal. Di qui, oltre che aver avuto importanti chiamate anche la Nazionale Under 19 ha messo gli occhi su di lui. Nel suo piccolo, è stato promosso dagli Under 12 quando aveva 9 anni. Tuttavia il giovane ha fatto anche dei sacrifici,dove dopo la scuola non perdeva tempo di recarsi al suo centro sportivo di Sant’Antimo per allenarsi. Ma Giuseppe Ambrosino, non avendo ancora una struttura fisica forte, in questo ultimo anno si è impegnato appunto da essere pronto per il meglio. Da qui, lo ha aiutato Grava, in modo da dargli un’ opportunità dato la sua bravura. Infatti, la sua storia inzia così, grazie a Frustalupi, e grazie ai goal che ha fatto è stato convocato nella prima squadra in trasferta addirittura in Europa League con lo Spartak Mosca. Ora la squadra del Napoli è alquanto soddisfatta dell’acquisto e conta molto sul giovane 18enne.

Il ragazzo del futuro azzurro

Ma Giuseppe Ambrosino, effettivamente è ancora troppo giovane anche se promette bene ed il suo futuro nella squadra del Napoli sarà tutto da vedere. Dai suoi numeri c’è un’importanza, e la chance ovviamente per lui ci può essere dal momento in cui inizia a farsi valere con il Napoli. Ma Giuseppe Ambrosino non avendo un contratto ancora da vero professionista non sarebbe più stato del Napoli dal mese di Luglio 2022. Quindi la squadra, dopo le tante richieste pervenute al giovane, non ha fatto altro che non perderci del tempo, e Giuseppe Ambrosino ha firmato così, il primo contratto come professionista per 5 anni con la squadra del Napoli. Adesso però,  è pronto a diventare un grande nella sua futura carriera.

Calcio, Milan: Zlatan Ibrahimovic verso la convocazione  

Nonostante la sua lunga assenza, lo svedese comunque ultimamente è presente  soprattutto negli allenamenti. Quindi secondo il club del Milan, Zlatan Ibrahimovic è recuperato, il suo ritorno è molto importante per mister Pioli, ma aspettiamo la sua convocazione a Torino per sapere la conferma del suo rientro al Milan.

Il ritorno dello svedese

La notizia del ritorno di Zlatan Ibrahimovic sembra rivoluzionare tutto, lo svedese inoltre, si allena con il suo gruppo già da un pò, dunque non manca molto per vederlo di nuovo giocare in campo. Sicuramente l’allenatore Stefano Pioli è contento del suo ritorno, perchè uno come Zlatan per il Milan in questo momento di caduta è molto importante. Anche se c’è l’uomo dei gol, Olivier Giroud, la squadra del Diavolo non riesce a superare questo periodo negativo e pieno di delusioni. Da una parte il giocatore francese è ancora stanco dopo aver affrontato un mondiale eccellente, quindi servono i rinforzi a mister Pioli. Adesso lo svedese, è convocabile per la sfida di campionato tra il Milan ed il Torino che si giocherà nella serata di Venerdì allo stadio di San Siro. Se desideri avere bonus, promozioni, le migliori statistiche e pronostici offerti dai nuovi bookmakers, accedi su  5Gringos Italia.

C’è sempre stato

Ma tuttavia anche se infortunato da tempo, Zlatan Ibrahimovic c’è sempre stato. Nelle partite ha partecipato sulle poltroncine vicine alla panchina, mentre ora dovrebbe tornare ed essere parte integrante giocando in campo. Sappiamo che mister Stefano Pioli, non gode più della fiducia a causa degli infortuni dei calciatori, ma per lui è pur sempre un buon calciatore che potrebbe salvare la squadra. Inoltre, il giocatore svedese su tutti i social non ha mai nascosto la sua soddisfazione per i progressi ottenuti dopo l’infortunio subito tempo fa che poi lo ha bloccato per tutto questo tempo. Zlatan Ibrahimovic, in tutto il tempo avuto a disposizione, ha fatto piccoli passi per rimettersi alla grande, tanto che dopo il problema fisico del muscolo, pian piano ha cominciato a reinserirsi fino ad allenarsi in gruppo. Per avere le news sulla partita Inter-Milan, il programma e la diretta Tv clicca qui.

L’ultima partita prima dell’infortunio

Dunque il calciatore svedese, l’ultima partita che ha giocato, lo ricordiamo, è stata quella dello scudetto del Milan contro il Reggio Emilia lo scorso mese di Maggio. Inoltre l’ultimo gol che ha segnato Zlatan Ibrahimovic risale a un anno fa circa nella sfida contro il Venezia. Qui, il giocatore subisce l’infortunio e per lui è iniziato una specie di calvario, perchè Zlatan Ibrahimovic si è dovuto anche operare. Un problema fisico che tuttavia il giocatore svedese si portava dietro da tanto tempo ormai, ma che sembra che con l’intervento chirurgico probabilmente si è risolto del tutto.

Le parole di Zlatan Ibrahimovic

Il giocatore del Milan, in una conferenza stampa, ha l’occasione di esprimere a sue parole la felicità sul suo ritorno al Milan. Infatti Zlatan Ibrahimovic afferma: ” Sinceramente ho tanta voglia di tornare a giocare in campo, vorrei recuperare tutto quello che ho perso in tutti questi mesi. Non sono preoccupato, anche se il Milan sta attraversando un brutto momento in un campionato succede! Adesso bisogna solo dimostrare in campo il nostro valore e vincere!”- conclude Zlatan Ibrahimovic. Non manca molto alla convocazione, quindi a giorni sapremo se il giocatore svedese sarà in campo per la partita di Venerdì del Milan contro il Torino.

Venezia-Napoli 0-2, il ritrovo di super Osimhen

La squadra del Napoli con il Milan a -1 dalla capolista: sabato lo scontro diretto con i nerazzurri

Il Napoli c’è nella corsa scudetto. La vittoria contro il Venezia non arriva con il bel gioco, ma con la sostanza. Un Centravanti con la maiuscola come Osimhen pesa davvero. Dopo oltre due mesi è tornato titolare. Decide la gara con un gesto tecnico salendo di testa lì dove nessuno arriva. Poi al 100′ arriva anche il raddoppio con il centravanti di scorta, l’ottimo Petagna. Ai ragazzi di Zanetti arrivano gli applausi per la loro generosità, ma alla fine prevale il maggior tasso tecnico del Napoli. Spalletti è soddisfatto perché i suoi giocatori hanno superato l’esame più difficile, imparando a lavorare sodo per ottenere il massimo risultato, grazie anche alla difesa che concede quasi nulla ai padroni di casa. Ora il Napoli sono con il Milan a -1 dalla capolista dell’Inter che ha una partita in meno, ma sabato sarà al Maradona, dove il Napoli arriva dopo quattro vittorie consecutive.

Se oltre allo sport ti piacciono i giochi online, visita il sito di ZetCasino recensioni

I soliti cori razzisti

Al Penzo comincia male, con cori razzisti contro il Napoli ed i napoletani. Ripetuti e irritanti. Ma tanto saranno archiviati con i soliti 10 mila euro di multa. La lotta al razzismo è più nelle parole che nei fatti. E sia chiaro il fatto che non è un problema soltanto veneziano ma senza limitazioni geografiche, viste anche le risposte per le rime della curva napoletana. Di aggravante per la curva veneta, c’è anche il loro atteggiamento offensivo, durante il minuto di silenzio per ricordare Zamparini. Vorresti creare una newsletter accattivante? Ecco alcuni consigli riguardo a quale grafica utilizzare per una buona newsletter.

La partita tra Venezia e Napoli

Zanetti decide di buttare subito nella mischia Nani, come debutto da titolare. Ma lui solo quando ha la palla al piede evidenzia il suo lingaggio. Spalletti schiera la formazione con il ritorno di Osimhen, titolare dopo oltre settanta giorni, e in maschera. C’è anche Ospina, che torna tra i pali; il Napoli parte decisamente meglio, ma poche volte arriva al tiro in maniera ottimale. Le conclusioni di Insigne e di Zielinski sono deboli. Osimhen fa tanto movimento ma alla fine non gioca tanti palloni, ma di sicuro mostra di che pasta è fatto: spostamento rapido sul destro e tiro che va a colpire il palo esterno. Il Venezia però non si sofferma a guardare e comincia a ripartire con maggiore convinzione. Okereke si dimostra abile a spostare Juan Jesus con una conclusione respinta di piede da Ospina. Il tempo si conlcude con un cross teso in rea di Crnigoj, ma nessuno dei veneziani sa sfruttarlo. Il Venezia è encomiabile come atteggiamento e produce soltanto un debole colpo di testa di Henry. Il Napoli si riaccende in maniera micidiale con Mertens e Petagna, con quest’ultimo che corregge in rete sul tiro durante il centesimo minuto di gioco. Grande trionfo per il Napoli.

Basket: Il giocatore Shields resta fuori per due mesi

Il club, in una nota ufficiale, ha comunicato che :” Durante la gara con il Real Madrid, Shavon Shields ha avuto un’infortunio al polso destro con problema ai legamenti. Per ottenere più informazoni, su https://www.22glob.com/ si può trovare gli aggiornamenti dell’articolo e le ultime novità ovviamente di Shields. Inoltre a parte il basket per l’appassionato del gioco online si trova tutto quello che si desidera sapere anche su sport e scommesse di ogni tipo, un vero divertimento per gli utenti di ogni età. Infatti, per colpa di questo infortunio, l’Olimpia Milano nel finale dell’ultima gara di Turkish Airlines Euroleague. Che comunque, sicuramente saranno necessarie delle valutazioni specialistiche per arrivare a sapere la prognosi terapeutica che dovrà fare. Al fine dell’infortunio dell’atleta, al momento non sono certi i tempi di ripresa riguardo all’attività, che probabilmente si prospettano lunghi”. Difatti, tutto ciò ha procurato sconforto, soprattutto per il coach Ettore Messina. Nonostante tutto, inoltre, per infortuni simili come questi, la durata della convalescenza, è di almeno due mesi, se tutto va bene. Ovviamente sarà a decidere la prassi e le esatte cure da farsi a determinare il tempo esatto. Quindi la sua assenza sicuramente sarà risentita per molto tempo. Infatti, ora si opta per l’idea di trovare un giocatore che possa sostituire Shields o comunque per Eurolega.

L’incidente

L’incidente di Shields, è accaduto ricadendo a terra malamente dopo un contatto con Rudy Fernandez. Invece cliccando qui, si può ottenere altre novità interessanti come ad esempio addirittura sulle utenze per la casa e di come spendere meno riguardo tutte le spese giornaliere. Infondo un pò tutti andiamo cercando le soluzioni migliori e accomodanti per la dimora o meglio la casa dove si vive. Allora come trovare un fornitore conveniente? L’articolo giusto per avere le informazioni necessarie. giocatore nonostante tutto sarà costretto a sottoporsi a operazione chirurgica, ma al momento ancora non si può accertare nulla. Nelle 16 gare giocate finora in Eurolega, Shields era partito sempre titolare assieme a Nicolò Melli, infatti era riuscito a viaggiare a 12.6 punti di media, top-scorer della squadra con il 48.1%.  Oltretutto, in campionato, stava contribuendo con 11.1 punti a gara in 24 minuti di utilizzo medio e aveva giocato 9 partite, che poi sono state tutte vinte. Ma la sua importanza va oltre, e Shields ha un enorme importanza anche nella metacampo difensiva, dove unisce qualità straordinarie sul perimetro a intelligenza e capacità di reggere su cambi e aiuti. Tra i molti infortuni biancorosso, non solo quello di Shields, che poi ha avuto il problema che non si sa ancora quanto possa essere lungo nei tempi, ma c’è anche quello del giocatore Dinos Mitoglou, che sarebbe oltretutto il perno fondamentale della squadra, senza contare tutti gli altri episodi accaduti o capitati nel corso di questi ultimi tre mesi compreso il caso di Moraschini. Dunque la squadra ha avuto problemi grandi che ancora non sono risolti, dopotutto anche Moraschini che è ancora impegnato nel prossimo processo che dovrà fare.

Inter-Milan sabato 5 febbraio

Anticipo che si è reso necessario per gli impegni di Coppa delle due squadre milanesi

Le luci si accendono prima a San Siro. Un notte di verdetti, quella di sabato 5 febbraio. Il derby delle 18 segnerà il cammino sportivo di Inter e Milan, mentre l’Ariston eleggerà il vincitore della 72esima edizione del Festival della canzone d’Italia. Amedeus e Fiorello, se ci sarà, potranno tifare Inter e poi condurre la serata tv. Dello schieramento rossonero i più accaniti sono Sangiovanni e Le Vibrazioni. Un sabato tra pallone e musica. Se avete un sito, un e-commerce oppure un blog, ecco qualche consiglio riguardo alla grafica da utilizzare per una buona newsletter.

Gli altri match delle due squadre

Il sabato italiano si apre al Meazza con un anticipo deciso perché a metà della settimana successiva le squadre lavoreranno per la Coppa Italia. Prima ci sarà l’Inter, con il vecchio tenico Mourinho e la Roma, poi sarà la volta di Milan-Lazio. Fare altrimenti, con il derby di domenica, e una serie di impegni spalmati tra mercoledì e giovedì, per la coppa, sarebbe stato impossibile per una concatenazione di eventi. Il Milan non avrebbe potuto giocare con la Lazio giovedì, perché i biancocelesti saranno impegnati sabato 12 all’Olimpico contro il Bologna, match non rimandabile alla domenica e nemmeno al lunedì. L’orario è stato invece scelto da Dzan, principale licenzatario tv del campionato: ha indicato lo slot del tardo pomeriggio proprio per garantirsi l’esclusiva del match.

Se ti piacciono le scommesse sportive e cerchi un sito di scommesse online, approfondisci quì

L’importanza del derby per i rossoneri

Sarà determinante il derby soprattutto per i rossoneri per riprendere il ritmo scudetto. Dopo il pareggio con la Juve, Pioli ha avvertito che la squadra è consapevole che contro l’Inter si giocano molto del loro futuro. Se vinceranno il derby, potrebbero essere ancora attaccati alla vetta. Altrimenti sarà un campionato come quello dell’anno scorso dove sono arrivati secondi ma hanno anche rischiato di arrivare quinti. L’Inter, dopo Milan e Roma, saranno ricevuti dal Napoli, il 12, per poi ospitare il Liverpool, mercoledì 16. Il primo obbiettivo è non steccare il derby per mantenere la distanza in cima alla classifica.

Lautaro e Sanchez

È la seconda volta che il derby di Milano si gioca di sabato alle ore 18. Il precedente, recente, è stato giocato il 17 ottobre 2020, favorevole ai rossoneri, con due gol da parte di Ibra e un inutile tentativo di rimonta di Lukaku. Con il derby piazzato di sabato, però, adesso il tecnico nerazzurro deve solo decidere se guardare le partite di Lautaro e Sanchez o sperare che non ci siano infortuni in diretta. Lautaro e Sanchez giocheranno due partite di qualificazione al Mondiale. Nella prima, si affronteranno direttamente. Tra l’1 e il due febbraio, scenderanno in campo rispettivamente contro Bolivia e Colombia. Riguardo l’attacco, l’unica maglia sicura di Inzaghi nel derby è quella di Dzeko. Il resto dipenderà da come i due giocatori torneranno in Italia.