Formula 1 Brasile: le dichiarazioni dei due protagonisti del Mondiale

Max Verstappen e Lewis Hamilton commentano la Sprint Race.

Lewis, partito dal fondo, è arrivato al quinto posto. I fan gli hanno dato energia, e si è diverito molto. Per Verstappen, la partenza è stata buona ma per chi si trova in quella situazione fa fatica a sorpassare una vettura dalla velocità simile. I due protagonisti, sorridono al termine della Sprint Race in Brasile. L’olandese della Red Bull ha chiuso secondo dietro a Valtteri Bottas, vincitore, e ha guadagnato altri due punti in classifica sul rivale diretto per il titolo: un Lewis Hamilton agguerrito, che è partito ultimo per poi rimontare fino al quinto posto. Per Verstappen, invece, rimane la delusione di non aver mantenuto la prima posizione al via. Lui stesso ha affermato che la partenza stessa non è stato il momento più semplice, il passo era buono ma è difficile superare. Infatti loro sono velocissimi nel rettilineo e per passare occorre spesso fare delle grandi curve. In ogni caso, non si da per vinto.

Per scommesse sportive, opinioni e recensioni visita il sito https://www.reloadbet.info/

La grande rimonta per Lewis Hamilton: la carica dei fan è servita sicuramente a motivarlo

Parola d’ordine per Lewis Hamilton: non mollare. Nonostante la penalizzazione per l’irregolarità dell’ala mobile, che l ha portato alla squalifica, ha chiuso quinto dopo che era ultimo in partenza, grazie ad una rimonta pazzesca che ha scatenato l’entusiasmo del pubblico brasiliano. Ha affermato che si è divertito moltissimo in pista e che del resto, non poteva fare altro dall’ultimo posto. Non aveva idea di quale potesse essere il risultato possibile, ma comunque non voleva buttarsi giù. Sapeva che doveva darsi da fare. Lewis, però, sconterà una penalità di cinque posizioni per cambio di power unit, e scatterà 10°. Ma grazie all’energia presa dai fan e il fatto di aver rimontato in quel modo, è pronto a lottare per la gara, consapevole che anche se non sarà facile, è contento del bilanciamento che hanno e del lavoro che tutti stanno svolgendo.

Le parole di Valtteri Bottas, vincitore

Dopo Hamilton, si è espresso anche Valtteri Bottas. Ha chiuso vincendo la Sprint Race e aggiudicandosi la pole position. Per lui, la partenza stessa è stata la chiave. Era consapevole che la soft li avrebbe aiutati, e che doveva sopravvivere fino alla fine. Ma Verstappen faticava a seguirlo in acune curve. È comunque contento che sia andato tutto alla perfezione.

L’aggiornamento della classifica del Mondiale

La classifica del Mondiale aggiornata dopo la Sprint Race si è così conclusa: al primo posto Verstappen, secondo Hamilto, terzo Bottas, quarto Pérez, quinto Norris, sesto Leclerc, settimo Sainz Jr, ottavo Ricciardo, nono Gasly, decimo Alonso, undicesimo Ocon, dodicesimo Vettel, tredicesimo Stroll, quattordicesimo Tsunoda, quindicesimo Russel, sedicesimo Raikkoken, diciassettesimo Latifi, e diciottesimo, il nazionale Antonio Giovinazzi.

No Comments

Formula1 Brasile: la vittoria del finlandese della Mercedes. Hamilton da ultimo a 5°

Valtteri assegna la pole del GP davanti all’olandese della Red Bull e alla Ferrari di Sainz. Subito dopo, Perez

Valtteri Bottas ha vinto in Brasile la terza Spint Race della storia della Formula1. Sui 24 giri di Interlagos, Sha preceduto la Red Bull di Max Verstappen e la Ferrari di Carlos Sainz. Sergio Perez si aggiudica il quarto posto. Lewis Hamilton, che era partito per ultimo, ha rimontato fino al 5° posto.

Se ti piacciono i siti di giochi online e scomesse, leggi di più per avere ulteriori opinioni sul migliore Bookmaker online

Una gara già iniziata alla grande, con il recupero di Hamilton

Il via molto emozionante della gara, con Bottas e Sainz velocissimi, con gomma rossa a passare Verstappen, rimasto un po’ piantato e sfilato dalla rossa in curva 4. Max ci ha messo 4 giri per riprendere il ritmo. E sul rettilineo ha sfilato la SF21 di Carlos, lanciandosi all’attacco di Bottas. Hamilton, dietro, ha recuperato subito 4 posizioni, e in 5 giri si è portato presto in dodicesima posizione. Un incidente da registrare, quello tra le due Alfa Romeo in curva 1, con Kimi Raikkoken, che ha chiuso e toccato le gomme di Antonio Giovinazzi, per poi girarsi e finire in testacoda.

Dopo la squalifica, per Hamilton la grande rimonta

Il protagonista di questa mini gara da 24 giri, è stato sicuramente Hamilton, penalizzato per l’ala mobile irregolare, ha poi dato spettacolo con una rimonta generosa e spaventosa che l ha portato a risalire addirittura fino al 5° posto. Un week end con due montagne tutte da scalare per l’inglese, perché prima della squalifica per l’irregolarità del Drs rimediata poi oggi, aveva già 5 posizioni di penalità da scontare per il cambio di power unit. Alla fine partirà 10°, ma il recupero è stato impressionante. Il campione del mondo, in ben 24 giri, ha saltato come birilli rispettivamente Giovinazzi, Alonso, Ricciardo, Vettel, Ocon, Gasly, Leclerc, e all’ultimo giro anche Lando Norris. Il pubblico brasiliano l’ha spronato fino alla fine, con complimenti e applausi meritati.

I punti di vantaggio di Verstappen e la vincita di Valtteri

Davanti, il sorridente Valtteri Bottas, che si prende la pole e i tre punti del vincitore. Ottima la scelta di partire con gomma rossa soft, perché ha permesso al finlandese di bruciare allo start Verstappen, che aveva gomma media. La difesa della Mercedes dalla Red Bull, che si è avvicinata molto ma non ha mai trovato il momento e il punto per l’attacco. Per Verstappen, il rischio oggi non aveva molto senso: il secondo posto, gli ha permesso di guadagnare altri due punti di vantaggio su Hamilton, e questo può sicuramente essere sufficiente. Domani l’olandese scatterà in prima fila per tentare sicuramente l’attacco in gara.

Terzo posto per Sainz e poi Perez

Ottimo Carlos Sainz e la Ferrari, ha concluso bene la Spint Race, al terzo posto davanti a Perez. Norris si è piazzato sesto dietro a Hamilton, che ha avuto la meglio sulla seconda Ferrari di Charles Leclerc. Ottavo Gasly, davanti ad Ocon e Vettel. Tredicesimo il nostro nazionale Antonio Giovinazzi. 

No Comments

Formula 1: Sainz e Leclerc dopo la Sprint Race in Brasile 

Le dichiarazioni dei ferraristi dopo il Mondiale F1

Situazione a favore della Ferrari, dopo la Sprint Race del GP Brasile di F1. Terzo Sainz, con un punto aggiudicato in classifica Piloti. Settimo Leclerc, che però scatterà in terza fila per penalità di Hamilton, che da quinto scalerà decimo, per la sostituzione del motore termico della Mercedes. I due piloti delle rosse, sono stati intervistati ai microfoni di SkySport: Sainz è sorridente e fiducioso. Per lui un’ottima partenza, che gli ha dato quello sprint in più. Mentre Leclerc è ancora critico nei confronti di se stesso. Afferma di avere ancora molto da lavorare.

Sainz fiducioso e ottimista

Partenza grandiosa per Sainz. Il pilota spagnolo della rossa ai microfoni di SkySport, ha dichiarato che era una cosa che voleva migliorare nella seconda parte di stagione, e il fatto di averlo potuto fare gli ha dato la giusta dose di fiducia. Prosegue, affermando che nelle prime tre curve ha attaccato al massimo, poi però ha faticato con le soft, ed era sempre al limite della curva 1. Però, dopo che è stato sorpassato da Verstappen, ha provato a conservare le gomme contro Perez. Si tratta di una bella opportunità, perché oggi era fresco, ma domani si partirà prima. Vedranno come andrà con le gomme: la Red Bull avrà tante opportunità, ma è consapevole che se guiderà bene sarà difficile sorpassarlo. Obbiettivo: essere il primo degli altri.

Vuoi saperne di più riguardo alle scommesse sportive online? Visita il sito di https://www.babibet.net/ per scommesse, live casinò e bonus.

Leclerc critico nei suoi confronti: deluso dal risultato, ma c’è ancora molto da lavorare

E poi le parole di Leclerc, settimo nella Sprint Race. Un risultato che non si aspettava. Sostiene che deve lavorare di più su se stesso in vista della gara: ha faticato già dall’inzio e quindi occorre capire perché non rendeva bene come Carlos Sainz, che invece ha fatto una grande prova. Le soft erano quindi meglio per la partenza, ma deve capire appunto perché ha faticato più di Sainz. Il pilota monegasco ai microfoni di SkySport, ha proseguito affermando che la Ferrari è forte. In vista della gara sente di dover lavorare su stesso, perché hanno una buona macchina. Il suo obbiettivo? Partire per superare Norris, per poi finire con entrambe le Ferrari davanti alle McLaren. Si assume quindi tutte le responsabilità del risultato al di sotto delle aspettative, soprattutto se confrontato con quello del compagno di squadra, terzo al traguardo, dopo una grande partenza. In gara tutto è possibile: rilevante sarà la scelta della gomma alla partenza. E poi cercheranno di essere appunto davanti alle Mc Laren con entrambe le macchine. La cancellazione del tempo in Q2 per lui non ha influito, anche se cambiare le regole dei track limits, dalle libere alle qualifiche, non è il massimo. Ha perso il ritmo per una gomma usata, ma per lui va bene così. Adesso però si pensa all’obbiettivo principale per difendere il posto nella classifica Costruttori. 

No Comments