Cose da valutare prima di acquistare un immobile

La scelta della casa: perché non possiamo permetterci di sbagliare?

Acquistare una casa è una di quelle scelte che non possono essere fatte a cuor leggero. Non stiamo infatti parlando dell’acquisto di un’automobile, che dopo qualche anno potremo cambiare con un modello migliore e più recente. La casa è infatti qualcosa a cui ci legheremo probabilmente per il resto della nostra vita o comunque per un periodo piuttosto lungo. Ecco il motivo per cui prima di procedere all’acquisto dovremmo fare delle attente valutazioni.

Il rischio è infatti quello di lasciarci trasportare dalle emozioni o dalle sensazioni positive che ci vengono trasmesse da un posto che ci piace particolarmente. Oppure potremmo essere estenuati da una ricerca che dura ormai da diversi mesi e che finora non ha portato i risultati sperati. Questi ed altri fattori potrebbero spingerci ad effettuare una scelta frettolosa, facendoci chiudere gli occhi davanti a problemi che non vanno invece sottovalutati. Andiamo pertanto a vedere quali sono le considerazioni da fare prima di acquistare una casa.

Consultare i dati catastali dell’immobile

Conoscere i dati catastali dell’immobile ci offrirà la possibilità di avere un’idea chiara su eventuali irregolarità o sulle variazioni catastali apportate nel corso del tempo. Queste informazioni sono facilmente accessibili anche online. Attraverso il sito www.easyvisure.it, è infatti possibile richiedere una vasta gamma di servizi catastali, direttamente estratti dal catasto online. Tra questi spicca la visura catastale storica, la quale permette, previo inserimento dei dati catastali dell’immobile, di conoscere tutte le variazioni catastali di cui lo stesso è stato oggetto nel corso del tempo (ampliamenti, fusioni, cambi di intestazione). Inoltre, la visura catastale storica è richiedibile non solo per i fabbricati ma anche per i terreni.

Molto più spesso di quanto pensiamo, il venditore e l’acquirente si recano dal notaio senza aver richiesto previamente la visura catastale. Ma conoscere i dati catastali dell’immobile è essenziale anche per avere un’idea delle tasse che si pagheranno in futuro. Una visura catastale attuale, inoltre, evidenzierà le irregolarità che il proprietario potrà risolvere prima di vendere.

Valutare le condizioni dell’abitazione

L’immobile presenta crepe o evidenti segni di cedimenti strutturali? In tal caso, quali saranno i costi da affrontare per metterlo in sicurezza? Che dire dello stato degli impianti elettrici o di quello idraulico? La loro disposizione è congeniale alle nostre esigenze o dovremo apportare delle modifiche sostanziali?

Valutiamo inoltre la facilità con cui entreranno luce ed aria, essenziali per evitare la formazione di muffa ed umidità. Non trascuriamo inoltre di constatare lo stato generale dell’imobile, come quello degli infissi, delle porte e del pavimento.

Valutare la zona in cui si trova l’immobile

Un fattore molto importante da prendere in considerazione è la vicinanza dell’abitazione con alcuni punti di interesse, come un parco o il mare, e la fruibilità dei servizi nell’area circostanze, legati alla presenza di farmacie, negozi di generi alimentari o scuole.

Prendiamo anche in considerazione il livello di tranquillità e di sicurezza, dei beni molto preziosi che non vorremmo mai mettere in discussione con una scelta affrettata.

 

No Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *