LUNGO IL FIUME GORZENTE: UN’ESCURSIONE FRA SENTIERI, SPIAGGE E LAGHI ARTIFICIALI

LUNGO IL FIUME GORZENTE: UN’ESCURSIONE FRA SENTIERI, SPIAGGE E LAGHI ARTIFICIALI

Il rio Gorzente scorre tra la Liguria e il Piemonte, in un’area naturalistica protetta di inestimabile valore ambientale.

Meta di escursioni tra vallate e montagne e luogo perfetto per refrigerarsi nelle acque di colore verde smeraldo che contraddistinguono il torrente, il Gorzente offre una varietà di scenari paesaggistici degna di nota, ancora più selvaggi ed incontaminati di quelli del vicino torrente Orba. Ci si può incamminare lungo il corso del fiume, scoprendo una miriade di spiaggette naturali in cui concedersi una nuotata, intraprendere tre differenti sentieri che conducono, rispettivamente, verso il Passo della Dagliola, il Lago Bruno e il Monte Tobbio oppure inoltrarsi alla scoperta dei 3 xxx laghi artificiali che formano i cosiddetti Laghi del Gorzente.

I TRE SENTIERI

Tre itinerari naturali che partono dai Laghi del Gorzente e si addentrano nel Parco delle Capanne di Marcarolo.
Il primo conduce verso il passo della Dagliola: con i suoi 3,5 km di camminata e 150 m di dislivello, è sicuramente il più semplice da affrontare, specialmente, nei mesi autunnali e invernali. L’esposizione a sud, infatti, lo rende particolarmente faticoso da percorrere sotto il sole estivo.
Il secondo è il percorso che da Ponte Nespolo porta al Lago Bruno: 5 km e 150 m di dislivello tra boschetti di castagni e noccioli.
Terzo e ultimo percorso è il sentiero che va verso il Monte Tobbio, sicuramente il più impervio e sconsigliabile con bambini al seguito o se non si ha voglia di camminare troppo.

I LAGHI

I Laghi del Gorzente sono un gruppo di tre invasi artificiali dell’Appennino ligure utilizzati per alimentare gli acquedotti di Genova: il lago Lungo (o Bigio) (684 m) ed il lago Badana, noto anche con la denominazione dialettale di lago de Föggiariônda (700 m) a monte, il lago Lavezze o Bruno (646 m) a valle.
Questi tre laghi artificiali furono creati nell’Ottocento per permettere l’approvvigionamento d’acqua ai paesi limitrofi.
La zona è caratterizzata da una grande varietà di specie sia a livello faunistico che di vegetazione: spiccano tra tutti il biancone, rapace in via d’estinzione, e la struttura geologica del “gruppo Voltri”, con rocce effusive appartenenti ad un fondale oceanico formatosi circa 170 milioni di anni fa dalla collisione tra la placca paleoeuropea e quella austro-italodinarica.

IL FIUME E LE SPIAGGE

Il Gorzente si allarga nel corso del suo letto, formando piscine naturali costituite da ampi specchi di acqua verde cristallina e spiagge di sabbia o pietrisco.
Tra gole scoscese e spazi più ampi dal notevole impatto scenografico, il paesaggio circostante è ricco di vegetazione e varia dalle tinte mediterranee dei vicini litorali liguri ai colori più freddi di montagna, passando per gli strapiombi rocciosi di colore rossastro.
Le spiagge top che meritano davvero una visita sono: le Cascatelle (prima spiaggia d’arrivo se si proviene da nord, situata tra il km 10 e il km 11 della SP165) con il suo canyon a valle incantevole, la spiaggia di Ponte Nespolo, a valle del guado, con le sue due piscine naturali e il Lagone, che si trova in corrispondenza di una marcata curva a destra del torrente e in sponda opposta di un affluente di destra del Gorzente (secco d’estate), meta preferita per i giovani. Qui troverete la piscina più profonda di tutto il torrente, perfetta per tuffi e nuotate, e sole tutto il giorno. Se pensate di trascorrere qui la vostra giornata, ricordate di portarvi un pranzo al sacco.

COME RAGGIUNGERE IL TORRENTE

Da Milano e Parma: uscita Serravalle Scrivia della A7 e seguite le indicazioni per il “Parco delle Capanne di Marcarolo”. Una volta giunti ad altezza del Parco, proseguite in direzione Capanne di Marcarolo finché non costeggerete il Gorzente.
Da Torino e Alessandria: uscita Ovada della A26 e proseguire sulla SP165 in direzione Capanne di Marcarolo fino a costeggiare il Gorzente.
In entrambi i casi, venendo da nord, la prima spiaggia sarà quella situata tra il Km 10 e il Km 11 della SP165, ovvero la spiaggia de Le Cascatelle.
Da Genova (e da sud in generale): uscita Masone (A26) e proseguire per Capanne di Marcarolo e b&b udine, in seguito, per Voltaggio. Arriverete diretti al cuore del Gorzente, all’altezza della spiaggia del Ponte Nespolo.